26 giu 2011

Pizzo di carta

Se ci riuscisse di  ritagliarci un po' di tempo per sognare a occhi aperti, senza sensi di colpa e ricordandoci che quello dedicato alla fantasia non è mai tempo perso, potremmo riposarci dai pensieri e dalle preoccupazioni per un po' e ricordare quando, alle nostra dita bambine, bastava un foglio di carta e uno spillo.

L'ispirazione viene ancora una volta dal sito di


L'ho subito "rapita" col mio amato "Corel Print Office" ormai vecchio di 11 anni, ma ancora indispensabile; rimpicciolita, sfumata in grigio e, infine, stampata su un cartoncino leggero tagliato in misura A4.


Ho rimpicciolito il foglio tagliandolo tutto intorno fino ad avere la misura che mi piaceva.


Ho appoggiato il cartoncino sopra il mio tappetino per il mouse di cotone imbottito (qui il mio tutorial) e cominciato a bucherellare il corpo della farfalla e poi le tracce e i particolari più grossi con un ago da macchina e una spilla. Tra un buchino e l'altro ho lasciato qualche millimetro.


Poi ho continuato e finito con i buchi più piccoli usando spilli e spillini, fino a bucherellare tutto il disegno. Complice un bel sottofondo musicale...buchino dopo buchino...mi sono rilassata e...meravigliata a ogni passo...guardando nascere le ali.






Preparare questo bigliettino con la calma, la lentezza e l'attenzione necessarie è stato un po' come viaggiare alla scoperta di uno spazio interiore di tranquillità che spesso si dimentica, ma che ci appartiene e ci ricollega alla nostra fonte di benessere e di buoni pensieri. Baudelaire.

--- F - S - P--- 



Condivido foto e testi delle guide, ma solo per uso personale.. 
For personal use only.

42 commenti:

  1. Quanto mi ha ricordato i lavori che facevo all'asilo...con tavolette rivestite di velluto, un foglio con disegnata una sagoma e poi bucherellavamo...certo che il lavoro non sembrava di certo un pizzo come il tuo :).
    Debora

    RispondiElimina
  2. Bellaaaaa, come mi piaceva fare questi lavoretti... ora non usano più, ho provato a farli fare ai bimbi, ma quelli di adesso si stancano facilmente, non hanno molta pazienza, forse perchè sono maschietti???
    Complimenti, Milena d

    RispondiElimina
  3. ma che bella Pia! anche io facevo 'il puntiricchio' da piccola per ritagliare senza le forbici, ma tu l'hai portato ad un livello fantastico :)

    RispondiElimina
  4. bellissimo!!!
    però veramente che gran lavoro!!!
    complimenti
    sarebbe un sottotorta speciale per una torta speciale....
    ciao
    Antonella

    RispondiElimina
  5. Che bello!!Avevo completamente rimosso questa tecnica dai miei ricordi,si possono fare cose davvero carine!Che brava!!

    RispondiElimina
  6. mamma mia che lavoro!!!*___* Però il risultato lo vale tutto..:)

    RispondiElimina
  7. Ciao Pia, che bella questa versione elegante e un po' "sofisticata" del puntiricchio che si usava all'asilo! Una bellissima idea per biglietti originali e personalizzabili, bravissima!!
    A presto
    Carmen

    RispondiElimina
  8. Bello, bello, ma questo non te lo copio primo perchè non ho quel programma e con il pc sono una frana, secondo non sono paziente e precisa. Complimenti è veramente d' effetto

    RispondiElimina
  9. Ricordo anche io i lavoretti con lo spillo. La farfalla sembra un merletto!

    RispondiElimina
  10. mamma che lavoro!!!! sei bravissima e soprattutto paziente!! io al primo giro di buchi avrei sclerato!! la minuteria non fa per me!!!

    un abbraccio

    silvia

    RispondiElimina
  11. davvero deliziosa idea!!!! hai ragione la fantasia è volare alto senza ostacoli, grazie di ricordarcelo ;-)

    RispondiElimina
  12. wonderful..i love the design & this is another super nice tutorial..thanks a lottttt for this :)
    Lots of Love *(*

    RispondiElimina
  13. Semplicemente una MERAVIGLIAAAAAAAAAA......
    Appena ho tempo provo a farla anche io....grazie grazie...troppo bella l'idea!!!!!!!!!
    un abbraccio
    roberta

    RispondiElimina
  14. bellissima, ma ancor di più le tue riflessioni: la creatività è uno spazio in cui far vivere la nostra parte più intima, ti appoggio in pieno.
    Buona serata,
    Amalia

    RispondiElimina
  15. Un incredibile lavoro di pazienza e delicatezza!
    Bello il lavoro e belle le parole del tuo post, condivise pienamente.
    ciao
    Franca

    RispondiElimina
  16. Uno dei pochi ricordi che ho dell'asilo riguarda proprio questi disegni bucherellati. Non so però se veniva usato come metodo per ritagliare delle sagome o, come hai fatto tu, per realizzare "pizzi" di carta. La farfalla che hai creato è davvero stupenda, questa tecnica è molto delicata, romantica. Mi è venuta voglia di provare anche a me, quasi, quasi tento con uno dei miei disegni... Grazie per l'idea, Pia!

    RispondiElimina
  17. Punteggiare!...sono tornata indietro nel tempo a quando mia figlia col suo tappetino in feltro grigio e il punteruolo faceva dei bellissimi disegni all'asilo.... piaceva molto amche a me!
    il tuo bigliettino è di un eleganza straordinaria!
    bravissima, è davvero molto bello!
    ciao carmen

    RispondiElimina
  18. Ciao Pia
    Ma é bellissimo
    Già: un lavoro di pazienza, tanta pazienza.
    Chissà... Magari in una fredda domenica invernale.. potrebbe anche venirmi l'ispirazione. Complimenti. Un risultato davvero elegante. Mon

    RispondiElimina
  19. ..forse da qualche parte ho visto realizzata qualcosa con questa tecnica ma non l' ho mai provata: è davvero bellissima!un mandala di puntini invece che di colori...non può che uscirne fuori la nostra anima più delicata. Carla.

    RispondiElimina
  20. Nooo, troppo bello, e chi se lo ricordava più il puntiricchio! Il tuo è favoloso, così acquista finezza ed eleganza.. te lo rubo!!!
    thanks,

    tania

    RispondiElimina
  21. complimenti, mi piace molto.
    Insieme ai mandala è una delle cose che faccio spesso anch'io per riprendere contatto con me stessa
    dani

    RispondiElimina
  22. Ma quanto sei brava!! e grazie per tutto quanto, per quello che ci spieghi. Anch'io avevo rimosso questo lavoretto ed è stato bellisimo rivederlo.
    Sei fantastica!!!!
    Un abbraccio
    Elsa

    RispondiElimina
  23. What a nice subject... look at my blog at 26 mei 2011. Your pictures are more beautiful. But the idea is the same... I like yours.
    And all the other things on your blog.

    RispondiElimina
  24. Ma la farfalla non è niente in confronto a quella meraviglia che è Pia!!!
    Continui a stupirmi...

    un bacio clod

    RispondiElimina
  25. Ciao Pia,
    hai proprio ragione, a volte dovremmo proprio fare le cose con la calma e la lentezza che manca ai tempi nostri... siamo continuamente pressati dal fare più cose in meno tempo possibile!!!
    Che bello, anche io mi ricordo i lavoretti fatti all'asilo col punteruolo :) Si, anche se in realtà noi lo usavamo al posto delle forbici, per ritagliare i disegni...
    Chissà, magari ci proverò anche io a "punteggiare" un bel disegno.

    ciao ciao
    Chiara

    RispondiElimina
  26. Pia questo pizzo di carta è davvero sorprendente e favoloso, complimentissimi per l'idea!:)
    bacio

    RispondiElimina
  27. Delicado e lindo, é o que se pode dizer deste trabalho. Parabéns pelo post.

    RispondiElimina
  28. brava...tempo ben speso...tra musica ricordi e con le tue mani laboriose..
    un saluto affettuoso

    RispondiElimina
  29. Incantevole, delicata, leggera, si rimanere estasiati a guardare questo "ricamo"! Questa tecnica me la segno e appena ne avrò occasione cercherò di utilizzarla, grazie Pia!

    RispondiElimina
  30. Molto rilassante questo seguire le linee bucherellando....si va al di fuori del tempo! Mi ricordo i lavoretti fatti da bambina col punteruolo...come mi piaceva! Credo che ora questa tecnica sia stata riproposta col nome di "pergamano",ma è sempre il vecchio punteruolo sotto mentite spoglie!! Un applauso Pia!

    Ciao Marshall

    RispondiElimina
  31. bellissima idea...
    ho creato con i miei legnetti un uccellino legnoso con messaggio...mi sono ispirata al tuo di qc post fa,se ti va passa a sbirciare

    RispondiElimina
  32. wow, il risultato e' davvero splendido, ma quanta pazienzaaaaa!!!!

    RispondiElimina
  33. bellissima, sei molto brava, grazie per tutti i bellissimi tutorial che hai postato
    ciao ciao
    Nicoletta

    RispondiElimina
  34. Incantevole post.bravissima
    Mi ricordo quando li facevo all'asilo tanti e tanti anni fa!
    Buona giornata,Monica

    RispondiElimina
  35. Complimentissimi !!
    ciao Vania

    RispondiElimina
  36. Che meraviglia questa farfalla... lavorone da certosino ma l'effetto finale merita! Complimenti. Ciao Ilaria

    RispondiElimina
  37. il tuo blog è bellissimo, fantasioso e pieno di idee originali. Mi piace molto, li piace anche il tuo nome.....anche mia sorella ha il tuo nome. Se ti fà piacere puoi venirmi a trovare nel mio blog. Ciao Maria Grazia

    RispondiElimina
  38. E' incantevole questa farfalla...mi ricorda una trina preziosa, ma soprattutto il lavoro che anticamente i grandi artisti facevano per realizzare lo spolvero che sarebbe servito per realizzare grandi opere con pittura "a fresco". Un vero elogio alla lentezza!
    Battiato poi è un mito!
    buona giornata
    nunzia

    RispondiElimina
  39. Buongiorno Pia,
    di mattina presto passo da te e mi attira il tuo post del pizzo di carta, e, oltre alle parole e al risultato del pizzo trovo....Battiato!
    Grazie per avermi fatto iniziare così bene la giornata!
    p.s. il pizzo di carta è un ritorno all'antico, all'infanzia, all'innocenza che forse ancora non abbiamo del tutto perduta....

    RispondiElimina
  40. semplice da fare ma di molto effetto bravissima

    RispondiElimina

Vuoi lasciare un commento e non sei registrata/o?
1. Scrivi il tuo commento.
2. Scegli ANONIMO dal menù a tendina.
3. Clicca su PUBBLICA.
FATTO! GRAZIE MILLE!
(Il tuo commento sarà visibile al più presto, dopo la mia lettura).