12 nov 2011

Bigliettini di Natale con le foglie

Qualche anno fa, su alcune riviste di arredamento, giravano delle copertine di quaderni e agende decorate con le foglie. Tempo dopo, mi è capitato di vedere dei paesaggi realizzati con collages di foglie. Da poco (su Pinterest) ho trovato dei bellissimi quadretti di animali da "ko-ko-ko Kids" e piccole silhouette di visi, sempre realizzati con le foglie. Non so come fanno a combinarsi i vari input, però...un bel momento mi sono ritrovata anch'io a incidere le foglie per fare dei bigliettini natalizi!

Innanzitutto...sono andata a cercarmi 
la materia prima.



Quest'anno ero un po' in ritardo per la mia solita caccia alle foglie (l'unica caccia che approvo).
Per fortuna, nonostante la pioggia dei giorni scorsi, qualcosa ho trovato ancora!


Rientrata a casa, ho cercato nei miei libri degli alberi il nome delle foglie raccolte: 
acero (ma quante specie di acero ci sono?!), tiglio, faggio, liquidambar 
e poi quercia, betulla, ippocastano, noce, magnolia, platano, ginkgo, e altre ancora. 
Soddisfatta la curiosità da pollice verde, mi sono messa all'opera e ho radunato 
tutto quello che mi poteva servire:
una base "salva tavolo", il taglierino, la colla, un pennello per la colla, un righello, dei bigliettini di cartoncino e fogli di carta da pacco.


Ho inciso le foglie con il taglierino cercando di creare dei triangoli magri e lunghi
(confesso che mi è dispiaciuto tanto perché erano bellissime)
e poi le ho incollate sui cartoncini o fogli in misura A 4, piegati tre volte a metà.


Per finire ho aggiunto qualche particolare suggerito dalla fantasia del momento 
che mi è servito anche per coprire i pezzettini rotti durante la fase di "incollaggio".


Un fiocchetto di rafia...ed ecco pronti i miei primi bigliettini di Natale 2011! E l'idea mi sembra sfruttabile anche per i chiudipacco. Va beh...volendo ci può stare anche una stellina...però direi che è meglio non esagerare. Per le buste su misura, serve un foglio un po' più grande del biglietto  (in tinta, a contrasto o che riprenda i colori della foglia) e poi seguire le mie istruzioni  che trovate qui.
Dimenticavo!
Una volta finiti, perché restino belli piatti, meglio lasciare i bigliettini sotto qualcosa di pesante, per una notte almeno. Se poi si ha il tempo (prima di usarle), di far seccare le foglie per qualche giorno, tra le pagine di un quotidiano, meglio ancora.

--- F S - P ---




Condivido foto e testi solo per uso personale.
For personal use only.