16 mar 2012

Astucci in jeans

Un set di astucci in jeans fatti di getto... pensando anche ai piccoli oggetti, ormai parte del nostro quotidiano, come ad esempio le chiavette internet, o USB o simili...che, a volte, hanno bisogno di trovare casa...




Il più grande è fatto con un rettangolo ricavato dalla gamba di un pantalone e orlato con qualche avanzo di finta pelle nera riciclata. È una busta molto semplice che si chiude con due pezzettini di pratico velcro. In questi modelli è importante ricordarsi di cucire la parte inferiore del velcro, prima di fare le cuciture laterali.  



Una piccola iniziale in contrasto copre le cuciture del velcro con un tocco di colore.



La confezione dei mini astucci si intuisce dalle foto. I miei sono nati sul momento usando delle strisce di jeans. La finta pelle si può sostituire con della fettuccia di cotone. 



Per fissare il velcro ho fatto una cucitura a farfalla: inizio dal lato diritto, proseguo con la diagonale, faccio l'altro lato diritto e finisco con l'altra diagonale. 



L'ultimo astuccio l'ho foderato con del misto lino a righe azzurre e ho cucito, sul retro,  delle strisce in finta pelle per poterlo inserire in una cintura.

Ecco le strisce, fissate sul retro, dopo aver riportato a diritto (con la fodera cucita) e prima di cucire i due fianchi.


La patella è leggermente in sbieco e, questa volta, la piccola iniziale è molto delicata e richiama il colore della fodera.



Cucire il jeans non è così facile, è un tessuto pesante e ci mette spesso in difficoltà, qualche consiglio:
- Se possibile, regolate la pressione del piedino sulla stoffa in modo che sia adatta a cucire un tessuto spesso. Molte macchine hanno una manopola posizionata sul "tetto", sopra l'ago. Controllate le istruzioni o provate a cercare su Internet il manuale del vostro modello.
- Usate un filo di buona qualità e fate un prova su un pezzo di scarto (usando due fili di diverso colore per sopra e sotto) per verificare che la tensione del filo sia a posto. Se è il caso, regolate la tensione aumentandola se i punti del filo di sopra sono visibili sul rovescio e diminuendola se i punti del filo di sotto si vedono troppo sul diritto. La tensione del filo di solito si regola spostando una rotellina con incisi dei numeri, più il numero è alto e maggiore è la tensione. Non confondete la manopola regola tensione con quella che regola la lunghezza del punto.
- Prima di cucire, se avete un forte spessore, cercate di appiattirlo il più possibile stirando bene.
- Cucite lentamente.
- In commercio ci sono aghi speciali per cucire il jeans (così come per cucire la pelle), spesso, fanno la differenza e non è una grossa spesa. Sostituire l'ago è di solito semplice e veloce, basta allentare una vite (la mia è quella piccola e nera che sporge a dx del piedino), sfilare l'ago, sostituirlo e avvitare di nuovo.
- Ho saputo da poco che alcune macchine hanno in catalogo un piedino, acquistabile separatamente, proprio per cucire il jeans, se lo usate spesso, vale la pena di informarsi.
- Controllate che la macchina sia a posto, che non ci siano fili sotto al piedino o dentro il cestello porta spolina. Cercate di pulire il cestello porta spolina regolarmente.
- Se proprio non potete fare altro, agite con delicatezza sulla leva alza piedino nei tratti più difficili e dove il tessuto è molto alto.

 <<<>>>


(Ricordo a chi fosse interessato, di chiedere il permesso prima di ripubblicare fotografie e testi del blog, perchè il mio lavoro è disponibile solo per uso personale.) 
***

Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento e non sei registrata/o?
1. Scrivi il tuo commento.
2. Scegli ANONIMO dal menù a tendina.
3. Clicca su PUBBLICA.
FATTO! GRAZIE MILLE!
(Il tuo commento sarà visibile al più presto, dopo la mia lettura).