21 mar 2012

Marionette di Pasqua?

L'ispirazione me l'ha passata " the Purl bee" con i suoi coniglietti candidi e delicati. 
Io l'ho solo fatta mia semplificandola un po'...

Mi piaceva l'idea di cucire qualcosa per i più piccoli, da regalare per Pasqua
e una marionetta da muovere con le mani era proprio quello che faceva al caso mio. 



Ho usato del pannolenci per il davanti e del pile fantasia per il dietro. 


      Eccomi al lavoro (guida/tutorial)
La realizzazione è piuttosto semplice:
1. Usando la sagoma che ho stampato e ritagliato, traccio il perimetro del coniglio, sul diritto del pannolenci, con un pennarello.
2. Segno i particolari del musetto che devo subito cucire a mano o a macchina, prima di unire davanti e dietro. (Posso anche dipingerli con un pennellino e colori acrilici o per tessuto).


3. Punto con gli spilli pannolenci e pile insieme, rovescio contro rovescio, perché devo cucire sul diritto del lavoro.
4. Faccio una cucitura a punto diritto, passando sopra il contorno tracciato col pennarello. Parto dall'angolo destro della base (vedi foto) e fermo la cucitura all'angolo sinistro, perché il fondo deve restare aperto.


5. e 6. Tolti gli spilli, taglio lentamente tutto intorno al perimetro cucito, a circa mezzo centimetro dai punti. La base, invece, viene tagliata proprio sopra la traccia del pennarello.

Questo è il disegno che ho preparato pensando alle mani dei bambini. Una volta stampato su un cartoncino leggero (va bene anche la copertina di una rivista)  o ricalcato direttamente dal monitor, è solo da ritagliare e da posizionare sul panno. Volendo creare una marionetta "su misura", verificate se va bene, appoggiando la mano sul disegno stampato. 

--- F - S ---



--- Condivido foto e testi solo per uso personale ---
--- For personal use only ---

Nessun commento:

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento e non sei registrata/o?
1. Scrivi il tuo commento.
2. Scegli ANONIMO dal menù a tendina.
3. Clicca su PUBBLICA.
FATTO! GRAZIE MILLE!
(Il tuo commento sarà visibile al più presto, dopo la mia lettura).