29 set 2012

COME si FA: l'orlo semplice

L'orlo semplice, classico, ci serve spesso, 
c'è un modo di cucirlo che trovo funzionale e pratico,
mi aiuto con il ferro da stiro e un piccolo trucco.


1. Per prima cosa cerco di tagliare la stoffa il più diritta possibile. 
Quando posso la strappo, altrimenti l'appoggio sul pavimento e seguo, con le forbici,  
le righe tra le piastrelle (non sono una grande misuratrice). 
(Se la stoffa è lunga o scivolosa, la fermo al pavimento con del nastro adesivo di carta). 


La prima piega
2. Piego una prima volta il margine della stoffa da orlare, sul rovescio del tessuto 
e fisso bene con il ferro da stiro
In base all'altezza che mi serve, piego il doppio della stoffa
se voglio fare un orlo di circa 2 centimetri, piego circa 4 cm. 
(Per avere una piega diritta, posso usare del tessuto a righe come traccia di riferimento).


La seconda piega
3. Faccio una seconda piega per nascondere il margine della stoffa
(sempre fissando con il ferro da stiro). 
Man mano che avanzo con il ferro, spingo dolcemente il margine della stoffa verso l'interno con il pollice della mano destra. La stoffa si fermerà subito al contatto con la prima piega.


Con l'orlo così fissato dal ferro da stiro non ho bisogno di imbastiture 
e sarà anche più facile ottenere una buona qualità di cucitura.


4. Con la macchina, scelgo un punto diritto e la lunghezza dipenderà dal tipo di tessuto: 
più corto se la stoffa è leggera, più lungo se, invece, è pesante.
Comincio a cucire dall'alto e scendo verso il basso, tenendo l'orlo sulla mia destra. 
I punti dovranno restare abbastanza vicini alla fine della piega. 
Arrivati alla fine, fermato il filo, l'orlo è a posto, preciso e già stirato.



Non ci sono più regole fisse per scegliere la tinta del filo, a me, ad esempio, diverte molto mettere in risalto le cuciture e sceglierlo a contrasto. Se, invece, si desidera nascondere qualche probabile imperfezione, meglio usare un filo in tinta con lo sfondo. 
BUOn LAVORo!

--- F - S P ---


--- Condivido foto e testi solo per uso personale ---
--- For personal use only ---

51 commenti:

  1. Grazie, mi piace il trucco delle piastrelle del pavimento..continua con i tuoi consigli!!!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Luana,
      cercherò di continuare! :o)

      Elimina
  2. Utilissimi piccoli trucchi che fanno la differenza, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Piccolalory,
      sono contenta che apprezzi!

      Elimina
  3. Grazie Pia, sembra una sciocchezza, ma invece queste semplici regole anche dello stirare sono utilissime. A me piace tantissimo la stoffa che hai usato come esempio. Ciaooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marta,
      la stoffa che ho usato è un vecchio lenzuolo che mi hanno regalato da riciclare. Ci ho già fatto una tenda per il bagno, in effetti è molto carina.

      Elimina
  4. Un tutorial fantastico: ora l'orlo non ha più segreti, grazie a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ROberta,
      diciamo che io cerco di svelare i miei, di piccoli segreti, sperando che possano essere utili specialmente alle principianti.

      Elimina
  5. Grazie, sempre utilissimi i tuoi consigli e le tue idee, sei bravissima
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  6. Ciao Pia! Il ferro da stiro è un'aiuto formidabile, evitare le imbastiture ci salva anche dal dover disfare i punti che a volte si incastrano nelle cuciture a macchina e che è davvero noioso!
    Buon w.end
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bilibina,
      infatti le imbastiture sono noiose proprio per il motivo che spieghi bene tu. Eliminarle ci fa risparmiare tempo e fatica e poi, imparare a usare il ferro da stiro, ci aiuta molto con le cuciture. Buon w.end anche a te!

      Elimina
  7. troppo forte la fuga delle piastrelle^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ROsaria, hai visto! Quando si ha bisogno di risolvere un problema ci si inventa di tutto! :o)

      Elimina
  8. Grazie Pia adesso mi è tutto più chiaro...

    RispondiElimina
  9. I tuoi consigli sono sempre molto utili. Grazie.
    Tiziana

    RispondiElimina
  10. Bellissima idea quella di condividere le tue esperienze con tutte noi!! Credevo di essere l'unica a sfruttare le righe delle mattonelle!! Ma noto con immenso piacere che sei macchiavellica pure tu!!! Di nuovo complimenti, hai spiegato e documentato in modo pratico e semplice e con l'aggiunta di qualche trucco ciò che potrebbe sembrare una cosa scontata... Aspetto altre idee ed informazioni...Veramente utilissime!!! Buon fine settimana Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monique,
      buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  11. Carina l'idea delle piastrelle, io dovrei sempre pulirle prima, visto che la polvere si forma in un secondo!! ;) Io da autodidatta e inesperta, preferisco anche imbastire il bordo con spilli e filo...impiego di più a preparare l'imbastitura che a cucire il bordo ehhe..grazie per le idee :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Lisa,
      ti direi di provare a stirare bene e poi di fissare anche con gli spilli, credo che a questo punto (a meno che non si tratti di una stoffa particolarmente ribelle) tu non abbia più bisogno di imbastire.

      Elimina
  12. Grazie! Molto molto utili i tuoi post.

    RispondiElimina
  13. Per me che sono alle prime armi col cucito è molto utile questa lezione!!Grazie,terrò a mente il trucco del pavimento e del ferro da stiro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Kilara,
      ricorda di usare il più possibile il ferro da stiro quando cuci e noterai la differenza! Per qualsiasi chiarimento sono qui o, volendo, anche su Skype.

      Elimina
  14. anche io uso il metodo ferro da stiro, non mi va di imbastire, a volte mi aiuto con gli spilli. L'idea della mattonella è geniale da provare.
    ciao Dany

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dany,
      sono d'accordo con te, ferro da stiro e spilli ci permettono tranquillamente di eliminare le imbastiture.

      Elimina
  15. Ciao Pia, sono Maria Luisa da Roma. Ti seguo da tempo, ma è la prima volta che lascio un commento sul tuo blog. Grazie per tutti i tuoi utili consigli, mi hanno aperto gli occhi sulle infinite possibilità del riciclo.Sono interessata ai tutorial del cucito e a tal proposito volevo chiederti se la tecnica presentata per l'orlo va bene anche per gli orli in jeans con cui incontro qualche difficoltà.
    Un caro saluto M.Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Luisa e grazie a te per avermi scritto,
      in effetti, quando si tratta del jeans, io preferisco mantenere l'orlo originale. Puoi trovare delle istruzioni molto chiare e dettagliate nel video del blog:"Scuola di cucito" (ti lascio il link alla fine). In mancanza del piedino specifico puoi usare il piedino per cerniere. Per l'ago, va bene un ago leggermente più robusto anche se non apposta per tela jeans. Fammi sapere!

      http://scuoladicucito.blogspot.it/2009/01/accorciare-orlo-jeans-originale.html

      Elimina
    2. Grazie Pia, per avermi fornito l'indicazione giusta. Faccio tesoro di tutti i tuoi consigli e ti auguro un buon lavoro.
      A presto Maria Luisa

      Elimina
    3. Bene Maria Luisa, buon lavoro anche a te!

      Elimina
  16. Eccomi!!!!
    Un caloroso saluto.
    Da tanto tempo che non passavo..
    Ti lascio un forte abbraccio.
    A presto.
    Fer.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fer!
      è un po' che non ci "commentiamo", hai ragione! Chissà che meraviglie stai combinando, vengo subito a trovarti! Un caro abbraccio anche a te!

      Elimina
  17. La stoffa a righe... le mattonelle... Geniale!
    cara Pia sei assolutamente imperdibile!
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia!
      Tu sai come tirar su di morale! :o)

      Elimina
  18. anche un semplice orlo ha i suoi segreti, ma quella delle piastrelle è fantastica!
    se vuoi passa a trovarmi c'è uno speciale ringraziamento per te!
    bacianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna, passo senz'altro!

      Elimina
  19. I tuoi post-tutorial sono sempre meravigliosi! Grazie mille!
    un abbraccio
    Barbara

    RispondiElimina
  20. Devo fare un orlo più piccolo possibile e mi ostinavo a voler piegare prima pochi millimetri e poi raddoppiare. Questo cambio di prospettiva mi ha illuminato: domani proverò a stirare prima un cm lungo tutto il bordo, magari aiutandomi con un cartoncino, e poi ripiegherò all'interno la metà della stoffa!
    Grazie mille :)
    (auguratemi buona fortuna...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli orli piccolissimi sono difficili da fare, devi avere un po' di pazienza e, cosa importante, non dimenticare il ferro da stiro. Ottima l'idea di aiutarti con il cartoncino! Vedrai che con questo sistema riuscirai nel tuo intento. Grazie a te Laura, buon lavoro e buona fortuna! ;)

      Elimina
  21. Grazie mille, Pia,
    devo fare un orlo tutt'intorno ad un quadrato di stoffa, spero di riuscirci! Hai per caso qualche trucchetto da suggerirmi per gli angoli?

    Un abbraccio e grazie,
    Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Marta! Gli angoli sono sempre un po' "rognosetti". Molto dipende anche dal tessuto che devi cucire e dallo stile dell'oggetto che devi creare. Se il tessuto non è troppo pesante, io scelgo spesso di cucirli in modo squadrato, una soluzione elementare che però mi piace molto. Cucio prima due lati opposti e poi completo con gli altri due che si sovrappongono. Se il tessuto è pesante o voluminoso, la cosa si complica e bisogna studiare il modo di tagliare via un pezzetto di angolo. Purtroppo non ho trucchetti da suggerirti, mi dispiace! Cercherò di pubblicare un "COME SI FA" dedicato agli angoli più semplici appena possibile. Un abbraccio a te e buon lavoro!

      Elimina
    2. grazie mille Pia della tua risposta, sei sempre così gentile e disponibile!
      La mia stoffa non è molto pesante: seguirò senz'altro il tuo consiglio per gli angoli!
      Grazie ancora, come farei senza di te?!
      Un abbraccio,
      Marta

      Elimina
    3. Figurati Marta! :) Ancora buon lavoro e un abbraccio a te!

      Elimina
  22. esiste un metodo per tagliare la stoffa perfettamente diritta? ( non ho il drittofilo) grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per avere un taglio di stoffa diritto, il metodo più usato è quello di tagliare un centimetro circa di tessuto e poi strapparlo. Se non hai le cimose e quindi, non sai quale sia il drittofilo, devi fare delle prove, strappando il tessuto sia in verticale sia in orizzontale. Questa operazione, purtroppo, ti farà sprecare un po' di stoffa, però potrai scoprire il drittofilo, perché sarà il lato dove lo strappo viene storto e/o si fa fatica a strappare. A questo punto, partendo dal lato dove lo strappo è venuto bene e diritto, potrai sistemare anche gli altri lati, sfilando un filo dal tessuto, oppure misurando con gesso da sarta o matita e una riga.
      Difficile da spiegare a parole, ma spero di averti dato qualche dritta.

      Elimina

Vuoi lasciare un commento e non sei registrata/o?
1. Scrivi il tuo commento.
2. Scegli ANONIMO dal menù a tendina.
3. Clicca su PUBBLICA.
FATTO! GRAZIE MILLE!
(Il tuo commento sarà visibile al più presto, dopo la mia lettura).