COME si FA: applicare la ZIP

Quanto riesce a scoraggiarci una cerniera? 
Proviamo a guardare i lati buoni della zip: i diversi colori disponibili, ad esempio, 
possono diventare il punto di forza di un progetto creativo.
E poi l'utilità, a volte è proprio indispensabile e ci facilita la vita
Alla fine ci chiede solo un po' di pazienza e di attenzione, ma ne vale davvero la pena!

Per prima cosa dobbiamo trovare quella giusta!  
Quale scegliere?
* Metallole vediamo quasi sempre sui nostri jeans (vengono usate anche per creare "gioielli" particolari).Si fanno sempre notare, ma possono rompere l'ago e sono ingombranti.
* Nylonle più utilizzate per tutto: abbigliamento, arredamento, piccoli accessori moda fai da te. Sono le più facili da usare, sono leggere, economiche e resistenti ai lavaggi.
* Plasticale troviamo spesso sui nostri piumini e felpe. A volte le scelgo per le borse. 
La misura della zip è calcolata in centimetri, sulla base dei denti, fettuccia esclusa. 
Se sono più lunghe del necessario, non avremo l'impiccio del cursore.

Com'è fatta una zip?
In pratica è una fettuccia (di solito in cotone) con al centro dei denti (in diversi materiali)
che vengono chiusi e aperti da un cursore con tiretto. 
Per non far uscire il cursore, in alto e in basso, ci sono dei fermi in metallo, plastica o colla. 
Anche la cerniera ha un diritto e un rovescio di cui tener conto durante l'applicazione. 

Come si cuce la zip?
Ci sono diverse tecniche per applicare una lampo,
in base al modello, stile e tipo di progetto: abbigliamento, accessori o arredamento.
 Al momento, si vede anche cucita sul diritto del lavoro, ricamata o impreziosita da strass. 
Secondo la mia esperienza, il modo più pratico è quello di usare il piedino per cerniereche è fatto apposta per cucire senza problemi, molto vicino ai denti della lampo (lasciamo lo spazio necessario allo scorrimento del cursore).
Con questo piedino non possiamo, però, usare il punto zig zag.
Se non l' abbiamo o non possiamo sostiuirlo, non c'è problema, perchè quasi tutte le zip possono essere cucite anche con il piedino comune.
Se la nostra macchina ha la possibilità di spostare la posizione dell'ago verso sinistra e verso destra, possiamo usare questa opzione per avvicinare la cucitura ai denti della zip.
Il piedino per cerniere è più piccolo e corto del piedino comune,
ha due scanalature per l'ago, così possiamo cucire sia a destra sia a sinistra dei denti della lampo.
 Non stupitevi se il vostro piedino non è come il mio in foto, ce ne sono di diversi tipi, 
alcuni anche molto sottili e con una sola scanalatura. Li ho trovati tutti validi.

A volte, è molto comodo fissare la lampo con una prima cucitura a punto zig zag, proprio sui margini di cerniera e tessuto. In questo caso, dobbiamo ricordarci di usare il piedino comune.
Se usiamo una zip di qualche centimetro più lunga della stoffa, 
il cursore e i vari fermi non ci daranno più fastidio (vedi foto).

Come superare il cursore?
Quando arriviamo vicino al cursoreche sia all'inizio o fine cucitura 
(meglio lasciarlo alla fine), possiamo superarlo in 3 mosse:
- alzare il piedino lasciando l'ago dentro la stoffa (prima foto a sx);
- afferrare il tiretto della zip e trascinarlo oltre il piedino (foto al centro);
- abbassare il piedino e finire la cucitura (foto a dx).

Se vogliamo ribattere la cucitura anche sul diritto della lampo, 
possiamo usare il piedino per cerniere, oppure quello comune, valgono le stesse regole: 
quando è possibile, spostiamo la posizione dell'ago per avvicinare i punti ai denti della zip. 
La piega del tessuto, può anche essere spostata fino a coprire i punti. 
Spero di essere riuscita a fare un po' di chiarezza e a ridimensionare un po' le paure!
Ora non resta che partire con un progetto facile e le soddisfazioni non mancheranno!
(Andate a curiosare nelle mie guide per principianti e passo passo)


 --- Condivido foto e testi solo per uso personale --- For personal use only  ---

36 commenti:

  1. Molto utile questa tua lezione su come cucire una zip, adesso posso farcela anche io *^*
    P.S: molto simpatica l'immagine della cerniera con la faccina sorridente e il cuoricino :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca,
      sono delle informazioni base che possono aiutare a partire col piede giusto, almeno, spero. Mi fa piacere che hai apprezzato la mia zip sorriso! : )

      Elimina
  2. post dettagliatissimo. grazie mille. ciao cry68

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Cry,
      ho sicuramente dimenticato qualcosa, ma conto sui vostri commenti per rimediare! : )

      Elimina
  3. I tuoi consigli sono sempre molto utili, concreti, pratici e le foto appropriate e chiare. Sarebbe bello che tu ci aiutassi anche a rifinire bene le cerniere sopra e sotto, non solo ai lati, perchè a volte è lì che si va in crisi, ad esempio negli astucci, o nelle mini pochette. grazie ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà fatto (purtroppo hai dimenticato di scrivere il tuo nome),
      è già un passo più avanti e ne parlerò in un prossimo post. La crisi sui lati è proprio vera! Grazie a te per il suggerimento.

      Elimina
  4. Come al solito i tuoi consigli sono molto preziosi e me ne ricorderò in un futuro caso di bisogno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca,
      in effetti...non si sa mai! : )

      Elimina
  5. Grrraazie Pia, questo post è molto utile! Mi servirà per non bisticciare più con le cerniere...
    Ma di quelle rotte che ne possiamo fare? Ci aiuti a riciclarle? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marta!
      Una bella domanda! Diciamo che se vai a cliccare nel mio Pinterest (al momento nella colonna sx in alto) , ci trovi una raccolta che ho intitolato "zip art" dove puoi vedere alcuni esempi che potrebbero anche essere fatti con le vecchie cerniere, che spesso hanno i denti di metallo.

      Elimina
    2. Maaaaaaa...ci sono delle cose carinissime!!
      Penso che qualche idea la copierò...ho giusto qualche cerniera rotta messa da parte...
      Comunque i tuoi tutorial sono sempre super graditi, perciò se deciderai di farne uno con le cerniere..sarò felicissima di seguirlo passo passo :)

      Elimina
    3. Va bene Marta! Accetto volentieri il tuo suggerimento! : )

      Elimina
  6. Questo post, oltre che molto ben fatto, è utilissimo! La mia prima volta con la zip... ho rotto il mio primo ago. Ma così ho imparato a sostituire l'ago e da allora le zip, non dico che le cucio bene, ma almeno non le temo più. E grazie a un tuo vecchio post. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Laura,
      hai centrato in pieno quello che vorrei tanto comunicare anch'io e cioè che non bisogna mai arrendersi davanti alle prime, inevitabili difficoltà. Ogni errore ci insegna sempre qualcosa e aiuta spesso a rompere il ghiaccio.

      Elimina
  7. Semplicemente chiara ed esauriente la tua spiegazione........anche se per me il cucito è sempre un tabù, nonostante la mia mamma fosse una sarta e ci ha provato a insegnarmi il cucito........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andreina,
      a volte, si tratta solo di aspettare che arrivi il momento giusto. Se questo post ha catturato la tua attenzione, probabilmente non sei così negata per il cucito : )

      Elimina
  8. Ciao Pia, la zip mette sempre un po' di timore!!!! In questo tuo post ho trovato però non solo spiegazioni dettagliate ma anche un bell'incoraggiamento che da la spinta giusta ad affrontare la cucitura tanto temuta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marella,
      è proprio lo scopo di questo mio post!

      Elimina
  9. Grazie Pia!
    sai proprio fare le cose per benino!
    ciao, un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Ciao, volevo farti i complimenti, ho dato una occhiata al tuo blog al quale sono arrivata cercando in internet come cucire una pochette con la cerniera e .....ho trovato da te delle cose stupende!!! sei davvero bravissima....io sono ancora tanto tanto principiante :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentrovata Serena!
      È sempre bello conoscere chi condivide la stessa passione! Spero di essere stata utile per la tua pochette.
      Un abbraccio!

      Elimina
  11. E' da un pò che seguo il tuo blog e i tuoi preziosissimi consigli anche se non riesco mai a commentare, corro sempre!!! Ma questo post non poteva non essere commentato perchè mette proprio di buon umore, specialmente una come me che riesce anche ad annodarsi tutta quando cuce una cerniera!!! Ho il terrore "lampo"!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luisa, mi fa molto piacere sapere che mi segui con interesse e spero si averti aiutata a rilassarti un po' alla vista delle cerniere. Non sono poi così tremende come si pensa. Provaci con calma e ricorda di non avere fretta e di cucire lentamente. Un abbraccio!

      Elimina
  12. FANtasTIcaaaa!!! Sei un mito Pia!!! Ma sai che avevo in mente di scriverti per chiederti un SOS su come cucire cerniere??? 😉
    Grazieee per questo super post
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati Elisa, grazie a te!
      È un post per iniziare il discorso sulle cerniere che avevo in programma da tempo, ma ha richiesto un po' di lavoro ed è venuto fuori solo adesso. Un bacione!

      Elimina
  13. Grazie per questa "guida alla cerniera", sono autodidatta e ogni suggerimento diventa prezioso!
    Terrò il link del post, utilissimo! :D

    RispondiElimina
  14. Carissima Pia,
    grazie ai tuoi tutorial possiamo davvero imparare tanti tanti trucchi per cucire e divertirci a farlo, senza litigare con filo, stoffa, macchina ....
    Grazie ^-^
    Un abbraccio
    Nunù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo dai! : )
      Un abbraccio a te Nunù!

      Elimina
  15. wow.... completissimo! Grazie!!! E con quella faccina buffa la zip fa già meno paura :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MA sì, povera zip, alla fine non è poi così impensabile farci pace! : D

      Elimina
  16. grazie al tuo consiglio oggi la mia zip finalmente è venuta perfetta, ancora grazie ciao Rosalba

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio contenta Rosalba, grazie a te per avermi scritto!

      Elimina
  17. Utilissimo e vivace anche questo tutorial, grazie! ci invogli sempre a fare cose nuove e utili! ciao Giusi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie te Giusi,
      ci invogliamo a vicenda, perché sapere che qualche mio consiglio è stato utile è uno stimolo a proseguire.

      Elimina

Vuoi lasciare un commento e non sei registrata/o?
1. Scrivi il tuo commento.
2. Scegli ANONIMO dal menù a tendina.
3. Clicca su PUBBLICA.
FATTO! GRAZIE MILLE!
(Il tuo commento sarà visibile al più presto, dopo la mia lettura).