27/04/20

Fermacapelli con elastico e tessuto

Con una striscia di almeno 8 x 35 cm e un pezzo di elastico di almeno 15 cm,
possiamo creare i nostri fermacapelli personalizzati.
Si tratta di inserire l' elastico (anche riciclato) dentro un "tubolare" di tessuto.

I primi passi sono gli stessi che ho mostrato nel tutorial della fascia per capelli:
si cuce la striscia piegata a metà, solo sul lato lungo e lasciando una piccola apertura (1/2) e poi la si porta a diritto (3). Una volta a diritto, si risvolta nuovamente la fascia, ma solo fino a metà (4).

A questo punto, con la fascia risvoltata a metà sul rovescio, dobbiamo cucire i margini facendo combaciare le cuciture. Le misure del fermacapelli sono piuttosto piccole e quindi lo faremo con qualche punto a mano, perché non sarà possibile mettere il tubolare sotto il piedino della macchina. Riuscite a vedere i miei punti col filo bianco?

Risvoltata la fascia a diritto, passando dall'apertura che abbiamo lasciato alla prima cucitura,
è il momento di inserire l'elastico con una spilla.

Si fissa l'elastico con qualche punto a mano o a macchina
e si chiude l'apertura, sempre con qualche punto a mano.

Ed eccolo finito!

Il bello di questo lavoro è che possiamo scegliere le misure di elastico e tessuto
secondo gli avanzi che abbiamo, i nostri gusti e all'abbinamento che vogliamo creare.
 Più tessuto usiamo e più sarà ricco e, visto che l'elastico non si vede, via libera al riciclo!

Prima di cucire il fermacapelli,
ti suggerisco di dare un'occhiata al tutorial della fascia che trovi qui.
Un caro abbraccio!

Testi e immagini del tutorial sono per uso personale  - - - For personal use only

22/04/20

Fascia per capelli in maglina

Prendiamo una vecchia maglia o una canotta,
tagliamo una striscia dalla parte dell'orlo e con poche mosse creiamo una fascia per capelli.

1. Tagliamo una striscia di maglina e verifichiamo che la misura vada bene per la nostra testa,
la mia è di circa 51 x 11 cm (con una giunta perché non era abbastanza lunga).
2. Pieghiamo a metà (diritto contro diritto) e con una cucitura chiudiamo il lato lungo,
lasciando un'apertura (vedi foto) che ci servirà alla fine.
Per non far saltare i punti sulla maglina, usiamo il punto triplo o rinforzato.
3. Risvoltiamo tutta la striscia.

4. Risvoltiamo ancora la striscia, ma solo fino a metà, facendo combaciare margini e cuciture.
5. / 6. Con un po' di pazienza, perché l'apertura è piuttosto piccola,
facciamo una cucitura tutto intorno ai margini.

7. Cerchiamo l'apertura lasciata al passo 2 (a volte è all'interno) risvoltiamo per l'ultima volta
e (sorpresa!) ecco che appare la fascia finita!
Resta solo da chiudere l'apertura con qualche punto nascosto, a destra e a sinistra del taglio.

La maglina è morbida e anche un po' elastica, è un materiale ideale per questo lavoro.
Con lo stesso metodo, aggiungendo solo l'elastico, si può fare anche il fermacapelli,
ma per quello vi rimando al prossimo post.
A presto con un caro abbraccio!

Testi e immagini sono solo per uso personale - - - For personal use only

17/04/20

Piccoli fiori da cucire a mano

Qualcosa di poco impegnativo, da cucire piano,
giusto per liberare un po' la mente dai brutti pensieri.

Piccoli avanzi di stoffa e voglia di prendere l'ago in mano.
Ed ecco una coppia di fiorellini per abbellire le tende, la tavola, un pacco regalo,
oppure da annodare alle chiavi per ritrovarle velocemente nella borsa.

Bisogna ritagliare nel tessuto due piccoli rettangoli di 10 x 5 cm e 10 x 2,5 cm;
recuperare del cordoncino, perline, ovatta e poi ago e filo, forbici e spilli.
Volendo fare la coppia, si ritagliano insieme 2 rettangoli per volta.

Si comincia unendo il rettangolo grande a quello piccolo, lungo un lato lungo.
Si continua piegando il lavoro a metà e facendo una seconda cucitura che crea un mini cilindro.
Poi si tratta di arricciare e chiudere il fondo con inserito il cordoncino.

Si porta a diritto, si piega all'interno parte del tessuto e si imbottisce bene,
se non abbiamo altro, va bene anche del cotone idrofilo/ovatta.

Alla fine si chiude il fiore, avvicinando l'orlo e cucendolo con la perlina.

Questo, detto in sintesi, ma il tutorial più dettagliato lo trovate qui.
L'ispirazione viene dal bellissimo video tutorial di Okoni 5 
che ci spiega nel dettaglio come creare i fiori completamente a mano.
Un caro abbraccio!

-- Condivido foto e testi solo per uso personale ------ For personal use only ---

14/04/20

Piccoli lacci veloci (per le mascherine) con il piedino orlatore

Con il piedino orlatore, ho trovato un modo veloce per fare dei piccoli lacci (senza pretese)
che, in questo momento, mi servono per le mascherine.

Dopo qualche prova, ho trovato la misura ideale: 2 cm di larghezza.
Quindi, ho strappato delle strisce di cotone di 2 cm e poi le ho ritagliate a circa 44 cm,
che è la lunghezza giusta per le mie mascherine. 
Me ne serviranno 4 per volta, ma io preferisco farne tante tutte insieme.
A questo punto, metto il piedino orlatore (si riconosce facilmente, perché è lungo e ha un "ricciolo" sul davanti), scelgo il punto medio diritto e procedo così:
1. piego la striscia a metà, lasciando la parte aperta verso destra;
2. metto la striscia sotto il piedino, facendola arrivare sotto l'ago;
3. faccio l'affrancatura del filo con qualche punto avanti e indietro;
4. mi fermo con l'ago dentro la stoffa
e faccio entrare l'apertura della striscia dentro il ricciolo del piedino.

5. Riprendo a cucire lentamente, girando l'apertura della striscia (sempre piegata a metà)
verso sinistra e lasciandola scorrere, in questa posizione, dentro al ricciolo del piedino.
Ogni tanto mi fermo, per tenere bene la piega a metà.

6. Continuo a cucire tenendo sempre la striscia piegata a metà e controllando di inserirla dentro al ricciolo del piedino. Quando arrivo alla fine della striscia, faccio l'affrancatura come al solito.

Al momento di inserire i lacci nella mascherina, scelgo di mettere nell'angolo da cucire
la parte iniziale, rimasta piatta e lascio libera la parte che ho affrancato per ultima.

Non saranno perfetti, ma aiutano a risolvere il problema dei lacci senza fettuccia e maglina.
E poi si possono usare anche in altre occasioni, speriamo presto e migliori!

Per il tutorial della mascherina puoi cliccare qui.
Un caro abbraccio!


Testi e immagini del tutorial sono per uso personale  - - - For personal use only

11/04/20

08/04/20

Mascherine per fare la spesa

Se anche voi come me, state cucendo le mascherine per quando dovete uscire a fare la spesa
e siete ormai senza elastici, vi propongo questo modello semplice con i lacci.
Il tessuto l'ho ricavato da un lenzuolo bianco usando il filo più chiaro che avevo.
L'ideale è tagliare i lacci nella fettuccia di cotone o di maglina (ritagliando le strisce da canotte o T-shirt). Se non li avete, vi farò vedere presto il mio metodo veloce per realizzarli con il cotone e il piedino orlatore.

Cominciamo con la mascherina
Ritaglio 4 lacci lunghi circa 44 cm nella fettuccia o li cucio di cotone, come vedremo presto.
Ritaglio un rettangolo di cotone di circa 25,5 X 36 cm e lo piego a metà.
Schiaccio e segno bene la piega sui due lati (se ho voglia di stirare viene ancora meglio).

Apro il rettangolo 
e sistemo in posizione i primi 2 lacci, ai due angoli opposti della piega,.
Faccio subito questo passaggio per comodità, visto che ho il rettangolo ancora aperto.

Chiudo il rettangolo e fisso i 2 lacci con gli spilli, li cucirò dopo.

Faccio una prima cucitura che chiude tutto il lato più lungo.

Ora, vado a inserire il terzo laccio, vicino alla cucitura appena fatta e lo fisso con uno spillo.

Faccio una seconda cucitura per chiudere tutto il lato piccolo dove ho inserito i 2 lacci,
passando più volte sui lacci a inizio e fine cucitura.

Inserisco il quarto laccio nell'angolo ancora libero, del "sacchetto" e lo fisso con lo spillo.

Chiudo anche l'ultimo lato rimasto aperto,
passando ancora più volte sui lacci a inizio e fine cucitura.
Questa volta, però, mi devo ricordare di lasciare uno spazio aperto per il risvolto.

Riporto il lavoro a diritto, passando per lo spazio lasciato aperto.
Se mi sono dimenticata di lasciare l'apertura, cosa che a me capita 2 volte su 3,
niente panico, vado a scucire qualche punto al centro dell'ultima cucitura.

Tiro fuori i lacci e appiattisco la mascherina, specialmente vicino alla prima cucitura.
Partendo dal basso, creo 3 pieghe a occhio, non importa se non sono precise,
e le fisso con gli spilli, non troppo vicino ai margini, così posso far passare il piedino.
Non occorre cucire l'apertura per il risvolto.

 Scelgo un punto doppio o triplo o, comunque, il punto più resistente della macchina
e passo sulle pieghe, vicino al margine. Le tengo chiuse aiutandomi con la punta delle forbici.
In alternativa al punto doppio, posso cucire due volte.
Ripeto la stessa cucitura anche sull'altro lato della mascherina.

Si indossa aperta, partendo dai lacci superiori, annodati sulla parte alta della testa.
Come ormai sappiamo tutti, queste mascherine casalinghe 
si usano per rispetto verso il prossimo e vanno tenute il meno possibile.
Ci sono continui aggiornamenti su come lavarle e igienizzarle al meglio,
è importante seguirli e tenersi informati. Per ora, io mi regolo così:
- cerco di non toccarla mai e la sfilo (toccando solo i lacci) davanti al viso;
- dopo ogni uso, la lavo con tanto sapone o detersivo liquido sfregandola bene
lasciandola insaponata per almeno mezz'ora;
- la lascio asciugare al sole per molte ore;
- la stiro sempre con il ferro a vapore o con il ferro molto caldo.

Ogni tanto la faccio bollire in acqua per 3/5 minuti in un pentolino usato solo a questo scopo.
Quando indosso la mascherina solo per scendere a prendere un pacco,
al ritorno a casa, la spruzzo all'esterno con dell'alcool e la lascio asciugare molto bene.

Di fatto, se la mascherina si infetta, restando a contatto con bocca e naso, potrebbe
contribuire a farci ammalare, quindi è molto importante usarla con cautela e attenzione
e, come ho scritto sopra, seguire tutti gli aggiornamenti in materia.
Il tutorial dei lacci in cotone con il piedino orlatore, lo trovate cliccando qui.
Link utili
La mascherina a pieghe come la mia, video tutorial di Mar Pendàs
La mascherina in maglina, video tutorial di Jess Dang 
La mascherina più semplice con gli elastici (anche da cucire a mano) di Crafty Daily
La mascherina chic con gli elastici, video tutorial di lian lian made

Approfittiamo di questo momento per imparare qualcosa di nuovo!
Spulciate tra i miei tutorial e provate a cucire quello che vi attira, senza tropo pensare.
Non scoraggiatevi e se avete qualche dubbio, scrivetemi pure, anche via mail.
Si continua a cucire insieme!
Un caro abbraccio!


Testi e immagini del tutorial sono per uso personale  - - - For personal use only

04/04/20

Tasche porta tutto in tessuto jeans

Tra una mascherina e l'altra, ho cucito delle tasche porta tutto riciclando vecchi jeans.


La prima versione, è quella più semplice, in jeans nero e mi servirà per la posta e i promemoria.
Le mie tasche sono foderate con del cotone arancione, ma la tela jeans è robusta e si
possono cucire anche piegando un piccolo orlo verso l'interno.

Per la seconda versione, pensata come porta utensili, ho usato un jeans classico.
Ho inserito anche una striscia nera di materiale sintetico che uso per i manici delle borse.
L'avevo cucita tempo fa e il destinatario mi aveva inviato la foto con le tasche piene.
E' stata una bella soddisfazione vederla all'opera!


Sono creazioni che prendono vita in modo molto spontaneo, veloce e personale,
non mi sono fermata per fare il tutorial, ma vi lascio la sequenza dei passaggi 
che poi è la cosa più importante, perché la fattura si intuisce facilmente.
1. Sono partita ritagliando tutte le tasche e la "base" su cui fissarle
nel tessuto esterno di jeans e nella fodera di colore colorato.
La base dovrà essere più grande delle tasche almeno 3 cm lungo tutto il perimetro.
2. Ho preparato le tasche
cucendo (diritto contro diritto e lasciando un'apertura) esterno e fodera,
le ho risvoltate e le ho rifinite con una cucitura a circa 1 cm dal margine dell'apertura.
3. Ho cucito subito le tasche mini sulle tasche più grandi
e poi ho cucito tutte le tasche sul diritto del tessuto esterno.
  4. Ho ritagliato 3 asole uguali di cordoncino
e le ho fissate in posizione (la parte rotonda rimane all'interno) 
sul diritto del tessuto esterno.
5. Ho cucito lungo il perimetro la "base" con le tasche insieme alla sua fodera
(sempre diritto su diritto e lasciando l'apertura) 
e poi ho risvoltato il tutto. 

Qui sopra, altre tasche in cotone naturale, cucite in modo leggermente diverso e con l'imbottitura.
Cliccando qui trovate il tutorial passo passo.

E queste, ancora più semplici, sono solo due tasche uguali.
Cliccando qui troverete il tutorial.
In questa fase di resistenza, dolore, smarrimento e ansia,
continuiamo a fare con quello che abbiamo e senza preoccuparci troppo del risultato.
Non è il momento di giudicarci o di giudicare.
Semplicemente...continuiamo a cucire insieme!

Immagini e testi dei tutorial sono solo per uso personale. For personal use only.